I vegetali appartenenti alla famiglia delle Crucifere come il cavolfiore, da sempre noti per le loro proprietà medicamentose costituiscono una categoria di alimenti di particolare interesse nella prevenzione dei tumori e non solo.

Questo effetto protettivo è soprattutto dovuto alla presenza, nelle crucifere, di una notevole quantità di sostanze fitochimiche (quali polifenoli edisotiocianati)

che esplicano un potere di prevenzione del rischio tumorale grazie al processo diossido-riduzione dei radicali liberi esplicato da tali sostanze, i cui principali derivati metabolici (gli isotiocianati) hanno dimostrato proprietà antitumorali in numerosi studi.

Dall’analisi di questi studi emerge che, per consumi di almeno una porzione a settimana di crucifere comparati con il non consumo o il consumo occasionale, il rischio diminuiva significativamente per i tumori della cavità orale, dell’esofago, del colon-retto, della mammella e del rene.

I risultati di questo lavoro forniscono quindi ulteriori evidenze relative all’effetto protettivo derivante dal consumo di crucifere nei confronti di numerose tipologie di tumore, e sottolineano l’importanza di promuoverne l’utilizzo soprattutto nelle popolazioni caratterizzate da bassi consumi di questi vegetali.

Le crucifere sembrano esplicare virtù terapeutiche a tutto campo, grazie alla loro composizione chimica; in ognuno dei componenti di questa popolosa famiglia (che comprende 390 generi e più di 3000 specie), sono presenti in quantità significativa zolfo, iodio, calcio, vitamina C ed, in minore percentuale, potassio, vitamina K, niacina, riboflavina.

Le più conosciute Crucifere:

· il cavolfiore

· il broccolo romano

· la verza

· il cavolo cappuccio

· i broccoletti

· le cime di rapa

· i broccoletti siciliani

· i cavoletti di Bruxelles

· la rapa

· la rucola

· il ravanello

· la senape

 

 

Bibliografia:

 Nutrition Foundation Of Italy- Consumo di Crucifere e rischio di tumore- Bosetti C, Filomeno M, Riso P, Polesel J, Levi F, Talamini R, Montella M, Negri E, Franceschi S, La Vecchia C. Ann Oncol. 2012 Feb 10. [Epub ahead of print]

La prevenzione a tavola:

il cavolo e  i suoi fratelli.

Leggi anche: