Privacy Policy






La prevenzione parte dalla tavola
La vitamina D: scopriamo insieme perché
è così importante per il nostro corpo


A cura di Gaetano Pacifico

Tra i nutrienti principali di cui il nostro corpo ha bisogno, di sicuro le vitamine rivestono un ruolo di primaria importanza ed è necessario che vi sia un corretto bilanciamento della loro assunzione nel nostro fabbisogno giornaliero.

Il calciferolo , meglio noto come vitamina D , è una delle vitamine fondamentali e più note, la cui eventuale carenza comporta diversi deficit e problematiche. Nonostante essa sia contenuta, in misure variabili, in vari tipi di cibi (tuorlo d’uovo, formaggi, verdure, olio di fegato di merluzzo e alcuni tipi di pesce come le aringhe e le sardine), la sua produzione principale è dovuta all’ azione del Sole , sulla nostra pelle, che produce l’80% di questa vitamina nel momento in cui siamo esposti all’azione diretta dei suoi raggi.



Bastano, in realtà, tra i 15 e i 30 minuti di esposizione solare , in base naturalmente al luogo in cui si vive e alla stagione in cui ci si trova, per garantire il giusto apporto di questo elemento per noi indispensabile.

Fondamentale per le ossa e per i denti, perché facilita l’assunzione del calcio e del fosforo, nonché utilissima per il nostro sistema immunitario, la vitamina D è stata oggetto di numerosi studi e ricerche scientifiche, che ne hanno dettagliatamente descritto non solo i vantaggi innumerevoli, ma specialmente i disturbi provocati da una sua eventuale carenza. Partendo dal presupposto che i soggetti più a rischio per questa problematica sono le persone anziane e le donne in gravidanza, molteplici e di svariata natura sono le patologie che una bassa concentrazione di vitamina D potrebbe far verificare: malformazioni ossee e rachitismo, dolori intercostali, debolezza muscolare, insorgenza del diabete e alcune forme di tumore (al seno, al colon e alla prostata) sono rischi da non sottovalutare e ai quali è necessario prestare attenzione.

Ed è per questo che nel mondo dello sport, sia professionistico che amatoriale, sono diversi i vantaggi che una corretta assunzione della vitamina D favorirebbe, garantendo così agli atleti preziosissimi risvolti positivi. Contribuendo ad aumentare sensibilmente le prestazioni fisiche, oltre ad abbassare la frequenza del battito cardiaco e a ridurre la pressione sanguigna, una corretta assunzione di vitamina D diminuisce la percentuale di rischio di fratture alle ossa, donando tonicità ai muscoli e migliorando l’ossigenazione dei tessuti. Può essere assunta anche attraverso l’uso di specifici integratori ed è particolarmente consigliata per chi pratica sport dal notevole dispendio energetico.





Insomma, la vitamina D costituisce davvero un toccasana per la nostra salute, come dimostrano risultati recenti secondo cui stimolerebbe il rilascio di due ormoni, la serotonina e la dopamina, responsabili del buonumore.


Ricorda però, essendo la vitamina D liposolubile, può accumularsi nel nostro corpo a differenza delle vitamine idrosolubili, quindi, in caso di assunzione eccessiva (in genere possibile solo attraverso l'errato uso di integratori), possono comparire degli effetti tossici.




Fonti::
https://www.saperesalute.it/vitamina-d
https://www.farmacoecura.it/alimentazione/vitamina-d-alimenti-carenza-usi-controindicazioni/
https://www.riza.it/benessere/integratori/5664/vitamina-d-indispensabile-per-ossa-e-cervello.html
https://alimentazionesportiva.it/vitamina-d-quali-benefici-sport/